GNL - Impianti di liquefazione del gas metano

STRATEGIE ha iniziato la propria esperienza nel GNL nel 2005, lavorando ad un applicazione per gas di discarica. Nel corso degli anni ha maturato un importante know-how nel settore della liquefazione di piccola taglia.

L’esperienza è stata maturata nei primi anni su di un impianto prototipale, con la capacità produttiva di 2.5 t/day, realizzato nel 2008, ed è poi stata sviluppata negli anni seguenti fino ad arrivare alla progettazione definitiva di un sistema modulare, con taglie base da 4-8-20 t/day, e applicabile nel range 2-40 t/day.

L’impianto è composto da un modulo di compressione, un modulo di preraffreddamento ed un modulo criogenico; ciò permette di allestire sistemi preassemblati su skid che agevolano trasporto e installazione con ingombri ridotti. L’efficienza del processo dipende dalle condizioni operative in ingresso ed uscita, indicativamente si può identificare in un fabbisogno energetico per la sola liquefazione di circa 0.7-0.9 kWh/kg con produzione di LNG a 3 barg.

Il sistema può essere applicato a tutte le sorgenti di gas naturale: gas di rete e pozzo, biometano, riliquefazione boil-off gas. E’ spesso necessario inserire un’unità di purificazione a monte per rimuovere alcuni componenti, tra cui H20, H2S, CO2.

 

Il mercato del GNL negli ultimi anni ha subito un’accelerazione, dovuta sia all’adozione di più severi standard ambientali, che al progresso tecnologico nel settore, che ha aperto nuovi settori di mercato: oltre al settore navale sta prendendo sempre più importanza l’utilizzo nella trazione stradale per i mezzi pesanti. Inoltre il GNL permette l’utilizzo di un combustibile più rispettoso dell’ambiente anche a tutte quelle utenze e comunità non servite dalla rete del gas, attraverso la cosiddetta “pipeline virtuale”.

 


Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa