Impianto ad alta efficienza energetica per compressione di metano per autotrazione

Lo studio dei sistemi di alimentazione dei veicoli a gas metano ha messo in evidenza le criticità e i costi di approvvigionamento e distribuzione di tale carburante. Ne è scaturito un progetto incentrato sull’ottimizzazione impiantistica in termini di riduzione dei consumi nel processo di compressione del metano per uso automobilistico.

 

L'interesse verso il metano come combustibile per autotrazione deriva dal fatto che esso rientra nella categoria dei combustibili a basso impatto ambientale. Il problema dell’inquinamento da traffico impone infatti il passaggio a combustibili idonei al contenimento di produzione di gas climalteranti e, per far questo, occorre renderne sempre più economicamente vantaggioso l’utilizzo. Al fine di incentivare il suddetto impiego del metano è necessario favorire la diffusione delle stazioni di rifornimento e contenere i costi di compressione, così da garantire prezzi di vendita competitivi sul mercato. La caratteristica innovativa di tale tecnologia risiede nella possibilità di realizzare stazioni di compressione del metano con costi d'esercizio e consumi energetici ridotti rispetto alle soluzioni tradizionali (conseguente maggiore redditività per il gestore dell'impianto). 

 

L'impianto comprende almeno un compressore di gas ed almeno una unità di stoccaggio del gas compresso. Il compressore effettua la compressione totale del gas suddividendola in almeno due stadi di compressione consecutivi. L’unità di stoccaggio comprende tanti serbatoi quanti sono gli stadi, che accumulano gas compresso sostanzialmente alla massima pressione di ciascun detto stadio. L’impianto prevede mezzi per alimentare il compressore, preliminarmente all’esecuzione di ciascuno degli stadi consecutivi, con gas accumulato nel serbatoio di accumulo relativo allo stadio di compressione precedente. Si utilizza un compressore più piccolo di quello che servirebbe per l’intero ciclo di compressione e si elimina l’air-cooler, sostituito da un gruppo frigorifero tradizionale funzionante con ciclo inverso a compressione. Sono infatti le bombole a fungere da scambiatori di calore.

 

Brevetto Italiano n° 0001383709

Estensione Internazionale PCT/IT2008/000736 (Europa, Cina, India, Brasile) 



Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa